Grillo libero o controllato?

lug
2009
05

scritto da on Informazione

2 commenti

I pochi dubbi iniziali non mi insospettirono sulla vera situazione di Grillo. Poi venne la puntata di Exit dove Grillo fece un monologo evitando il dibattito. Poi arrivò l'articolo di un giornalista, lui lo evitò rifiutando di sottoporsi all'intervista proprio come fa oggi uno dei personaggi più inquietanti del panorama politico italiano: Berlusconi.

Poi vi sono i numerosi interrogativi posti sul sito disinformazione.it, dove viene fatta una fotografia della Casaleggio Associati che gestisce il Blog, gli spettacoli, i meetup di Grillo diventando di fatto l'Editore del comico ligure.

Interrogativi che mettono in discussione la libertà dello stesso comico, visti infatti i legami passati della Casaleggio Associati con la Telecom in relazione alla battaglia dello shareaction. Visti anche i legami finanziari con società estere che a sua volta investono nei settori bancario e petrolifero. Sarà per questo motivo che gli attacchi di Grillo nei confronti del signoraggio, quindi dei poteri forti si sia affievolito?

Un invito a grillo è quello naturalmente di rispondere a questi interrogativi e di tornare a parlare di signoraggio, poteri forti bancari, sovranità monetaria, OGM, ecc.

La mia stima naturalmente, per una persona che mi ha risvegliato da un lungo torpore in cui da sempre ero immerso, non decadrà mai ma i dubbi rimangono.

2 commenti

Trackback e pingback

Non ci sono trackback e pingback dispinibili per questo articolo

Lascia un Commento