Bentornato a me

mar
2014
14

scritto da on Riflessioni d'autore

Nessun commento

Una lunga pausa ma alla fine rieccomi. Non vedo l'ora di iniziare a scrivere e dire la mia. La pausa forzata è la conseguenza di problemi personali e giudiziari determinatisi a Palermo. Adesso però ce l'ho fatta, sto chiudendo col passato siciliano e dalla mia nuova realtà lavorativa di Pisa ripartirò più forte e tranquillo di prima. Si Pisa, da anni ho cercato di venirci, ho presentato diverse richieste di mobilità e alla fine ... bingo! La mobilità per scambio consensuale intercompartimentale mi ha portato in questa affascinante e tranquilla città. Non quindi nel comparto universitario ma in quello della Provincia di Pisa. Ringrazio quindi l'ente toscano che ha avuto fiducia in me e mi ha concesso il tanto agognato "asilo politico". Si non scherzo, per me ha lo stesso significato visto che mi sentivo oppresso sia fuori che dentro l'ambito lavorativo. Un ambiente quello dell'ateneo palermitano davvero squallido e corrotto dove nessuno fa nulla per contrastarlo, dove la baronia fa e disfa a suo piacimento e dove, chi colpito, combatte da solo senza la solidarietà degli altri. Un ateneo che è l'immagine riflessa della città in cui è incardinato.

Benvenuto a me

Basta adesso parlare di passato che rimarrà solo come una macchia sul mio curriculum vitae. Il futuro sarà nella bellissima toscana ancora tutta da scoprire ma il cui assaggio mi ha convinto ancor di più della scelta che ho fatto. E poi che dire del simpaticissimo accento, quella c aspirata che nulla ha a che vedere con il rozzo dialetto siciliano. Beh tutti dicono che il posto in cui si è nati, la propria terra, è il posto più bello del mondo. Non riesco a capire una tale assurdità, se questo fosse vero il mondo sarebbe uguale ma non è così. Io mi sono sempre sentito un pesce fuor d'acqua nella mia terra di origine, non mi sono riconosciuto nella mentalità della gente, nel vivere di ogni giorno e nella gestione della cosa pubblica.  Criticatemi, datemi del traditore, dell'irriconoscente ma è così. Se potessi me ne andrei anche dall'Italia ma purtroppo ho dei limiti.

Arrivederci quindi al mio prossimo articolo...da questa bellissima regione.

 

Lascia un Commento