Tim, Wind, 3, Fastweb…. e l’imbarazzo della non scelta.

lug
2014
03

scritto da on Riflessioni d'autore

Nessun commento

Sarò di gusti difficili e intollerante ma quando comincio ad avere problemi e disservizi con le compagnie telefoniche io .... disdico.

Iniziai con TIM e poi Wind alcuni anni fa. Ho sempre avuto la necessità di avere internet a casa e non solo al lavoro ma quando queste due compagnie non riuscivano a garantirmi una copertura adeguata lasciandomi continuamente a secco cambiai subito e passai a 3.

La connessione 3 mi diede subito tante soddisfazioni, alta velocità come non ho mai avuto, 500 megabyte al giorno, ma aveva la pecca di non coprire tutto il territorio nazionale. Il mio piccolo Paesino, Mandanici in Provincia di Messina, è parte di questo territorio e lì ero fuori dal mondo. Ma quando 3 mi bloccò la connessione per aver avuto la malaugurata decisione di aggiornare il  sistema operativo del mio Ipad, a sentire 3 il blocco è stato necessario per "download anomalo", non ci pensai su 2 volte e appena ne ebbi l'occasione passai a Fastweb. E' metà marzo 2014 e Fastweb mise sul mercato una offerta di 10 € al mese per i primi 3 mesi, dava 15 gigabyte al mese e poi, consumato questo platfond, navigazione lenta gratis. I successivi mesi ai primi tre il costo sarebbe passato a 15 €. Tutto bene. Ogni fine mese il platfond si aggiornava, quindi aprile, maggio e giugno. L'1 luglio però la sorpresa. La connessione diventa immediatamente lentissima e impossibilitato a fruire in maniera accettabile della rete chiamo Fastweb e chiedo spiegazioni. Alla prima chiamata al 192193, come le due successive, risponde un operatore con un italiano stentato non so da quale paese straniero. Chiedo spiegazioni e inizialmente mi dice che ho superato il budget dei 15 giga mensili, che devo aspettare il 2 luglio e che dopo la mezzanotte si dovrebbe ripristinare tutto. Titubante, e non convinto, attendo.

Passata mezzanotte e arrivato il 2 luglio non cambia nulla. La connessione rimane lentissima, rifaccio segnalazione e spiego tutto sulla pagina facebook di Fastweb. Solita risposta, attendere l'ufficio tecnico che mi chiamerà.

Il giorno dopo rifaccio il 192193 e risponde un secondo operatore nordafricano che incerto riconferma quanto sostenuto dal primo, rispondo che è il 2 luglio e come tutti gli inizi del mese dovrebbe aggiornarsi e resettare il tutto ridandomi i 15 gigabyte come da contratto. Dopo aver insistito per vari minuti passa la mia segnalazione all'ufficio tecnico.

In attesa della chiamata al mio cellulare faccio la mia segnalazione sulla pagina facebook di Fastweb e anche lì passano il tutto all'ufficio tecnico. Devo attendere.

Arriva il 3 luglio e nel pomeriggio finalmente mi chiamano da Roma, un operatore italiano verifica la mia Sim e scopre che ho effettivamente superato i 15 gigabyte e che devo attendere il 15 luglio come da periodo di fatturazione. Avete capito benissimo, il reset mensile , a mia insaputa e senza essere avvisato, passa da solare a quello di fatturazione. Quindi dovrei aspettare 15 giorni prima di riavere i miei 15 gigabyte. Chiudo abbastanza adirato la telefonata e controllo l'applicazione Fastweb sul mio ipad. Lì risulta che il reset è avvenuto a fine giugno e noto che ho, come è normale, quasi 15 gigabyte a mia disposizione. Tutto viene confermato anche nel mio account internet di Fastweb.

Chiamo nuovamente il 192193 e l'ennesimo operatore nordafricano questa volta mi da ragione, mi dice che gli risulta che io abbia a disposizione quasi 15 gigabyte come risulta dall'applicazione Myfasweb sul mio ipad. L'operatore mi consiglia di andare presso un negozio Fastweb e spiegare il tutto di persona. Mi reco immediatamente e lì dopo una telefonata di verifica alla sede romana di Fastweb, riconfermano il mio superamento dei 15 giga di soglia, che il reset sarebbe avvenuto il 15 luglio come da fatturazione. Diversamente quindi come avvenuto da marzo a maggio. La titolare del negozio in seguito alla mia spiegazione, ignora e non crede a quanto da me affermato, non guardandomi neppure negli occhi, mi ripete il tutto,  devo aspettare il 15 luglio e mi fa capire che il discorso è chiuso, con arroganza mi mette da parte invitando il cliente successivo a farsi avanti. Insomma un bel "servito e se ne vada". Prima di andare chiedo un modulo di disdetta del contratto Fastweb e me ne vado.

Quindi ricapitolando. Da fine marzo , aprile e maggio il reset della soglia è avvenuto rispettando il mese solare. A fine giugno non è avvenuto e senza nessun preavviso vengo lasciato senza connessione veloce.

Arrivo a casa e nel raccontare il tutto nella pagina facebook di Fastweb preparo nel contempo la disdetta del contratto. Blocco la domiciliazione bancaria di Fastweb e accetto l'offerta adsl di Infostrada. Passerò quindi ad una linea telefonica fissa sperando di risolvere tutti i miei problemi. Ne dubito. Non esiste a mio parere la competenza in Italia ma devo pur tentare.

 

Lascia un Commento