Perché due droghe, considerate sostanze tossiche, sono permesse e legali?

ago
2014
03

scritto da on Riflessioni d'autore

Nessun commento

Legale?!!Illegale?!

Non tutti lo sanno ma l'OMS, l'Organizzazione mondiale della sanità, ha definito l'alcol una sostanza tossica nonché una droga. Mi chiedo: Perché si fa una battaglia nei confronti della cannabis come fosse il diavolo e si permette invece che una sostanza che causa milioni di morti all'anno in tutto il mondo (ben più della "maria") di essere legale? Si la Cannabis contiene delle sostanze  stupefacenti quindi una droga, ma anche l'alcol è una droga, anche il tabacco lo è e provocano molti più danni alla salute.

La definizione di droga (fonte wikipedia) è:

È detta sostanza stupefacentepsicoattiva o psicotropa (nel linguaggio comune, droga):

  • una sostanza chimica farmacologicamente attiva;
  • dotata di azione psicotropa, ovvero capace di alterare l'attività mentale;
  • in grado di indurre, in diverso grado, fenomeni di dipendenza, tolleranza e assuefazione.

vedi  questo link:  http://it.wikipedia.org/wiki/Sostanza_stupefacente

Nella definizione dell'Organizzazione mondiale della sanità, si definiscono "droghe" [stupefacenti] tutte quelle sostanze in grado di causare:

  • tolleranza: la capacità dell'organismo di sopportare a dosi gradualmente più elevate la tossicità delle sostanze;
  • assuefazione: il degradare dell'effetto, soprattutto psichico, della medesima dose, con conseguente necessità di aumentare la dose per produrre lo stesso effetto;
  • dipendenza, necessità di introdurre tali sostanze per evitare crisi di astinenza.

Se andiamo a cercare adesso la definizione di Alcol vediamo che rispetta la definizione di droga.

vedi  questo link:   http://it.wikipedia.org/wiki/Etanolo#Dipendenza_da_alcol

Per il fumo non servono spiegazioni, il tabacco infatti è una fucina di sostanze cancerogene che provocano vere e proprie stragi "legali".

Quindi sia l'alcol che la nicotina (contenuta nel tabacco), alterano l'attività mentale, creano dipendenza e assuefazione. Sono droghe quindi.

Ad aggravare la pericolosità dell'alcol vi è poi ciò che sostengono tutti i tossicologi e l'OMS. Dal sito  alcol.dronet.org, sito ufficiale del Ministero della salute, lo si conferma.

Allora chiediamoci per quale motivo la cannabis, che contiene principi terapeutici, ammessi anche dal mondo scientifico, l'OMS, e da tutti i ministeri delle sanità mondiali, utile nelle terapie del dolore, viene così osteggiata?

La risposta sta nella cultura, che, dura a morire, considera la cannabis come fosse il diavolo mentre molte altre sostanze, che la storia ha sdoganato, vengono accettate come fossero normali.

Un consiglio? Prima di giudicare io aprirei un dizionario e poi andrei nei siti ufficiali a informarmi e capire cosa sono in realtà le sostanze che assumiamo.

Una bella stronzata quindi quella che tutti i medici dicono che un bicchiere di vino a tavola non fa male o addirittura è un toccasana per l'organismo. Un bicchiere di vino è deleterio e a giudicarlo dovrebbe essere un medico competente come un tossicologo visto che è (vedi sopra) una sostanza tossica.

Negli USA, come per il tabacco, le bottiglie che contengono alcol riportano le diciture di allarme per i rischi che possono derivarne dal consumo. Ecco cosa è obbligatorio scrivere su tutte le etichette:

GOVERNMENT WARNING:

A) According to the Surgeon General, women should not drink alcoholic beverages during pregnancy because of the risk of birth defects.
B) Consumption of alcoholic beverages impairs your ability to drive a car or operate machinery and may cause health problems.

Adesso, alla luce delle considerazioni e citazioni, di cui sopra, dico la mia.

La mia cultura si fonda sulla libertà di scelta, sul principio di autodeterminazione e sul diritto di fare del proprio corpo ciò che si ritiene opportuno. Il dovere di uno stato civile è quello di informare i cittadini ma di lasciare poi libera scelta e arbitrio. Per questo motivo io sostengo che ogni individuo debba poter scegliere se vivere o morire, se curarsi o lasciarsi ammalare, se fumare tabacco, spinelli o farsi di alcol. Di abortire e di vivere in città piuttosto che in campagna. Di abitare a due passi da una centrale elettrica, di farsi una casa a Priolo o Malagrotta. Non sta a me decidere della vita e della morte di altre persone, bisogna però informare ogni individuo di cosa si va in contro se si opta per la strada a destra piuttosto che per la sinistra.  Obbligare un malato terminale a morire giorno dopo giorno nella sofferenza, per poi permettere che persone piene di vita vivano in condizioni pietose magari senza avere nulla di cui nutrirsi … questo il controsenso della società attuale. Siamo obbligati a soffrire per legge quando desideriamo la morte e lasciati soffrire quando amiamo la vita. D'altra parte mi incazzo come una bestia quando qualcuno mi fuma vicino o nei luoghi pubblici, abbiate un minimo rispetto, cazzo, per chi desidera "vivere" e mantenere il proprio corpo, per quanto possibile, in salute.

Vedi anche:

http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2010/11/01/news/alcol_pericoloso-8632878/

http://www.corriere.it/Rubriche/Salute/Medicina/2007/03_Marzo/23/alcol_fumo_droghe.shtml

Lascia un Commento